Zimmuru smossu | Alfio Antico
enter
close

Zimmuru smossu

Allaschiti, allaschiti, allaschiti
Uh gnìaschiti, gnìaschiti, gnìaschiti Allaschiti, allaschiti, allaschiti
Uh gnìaschiti, gnìaschiti, gnìaschiti

Satanu jarozza a tummili
Sduvacu sacchi, vettuli e bummuli
Tummi tummi tummi
Oh coddu ca nun si rumpi
Tra ‘na roccia e ‘n cuticchiuni
Ammula e lisci lu vastuni
Tummi tummi tummi
Oh coddu ca nun si rumpi

Co’ runziju ro muscuni
‘No silenziju ro vadduni
Tummi tummi tummi
Oh coddu ca nun si rumpi
Sutta a macchia di carrubba
N’piricuddu sa ‘ncutugna
A zzà Pudda co zzù Puddu
Schioppi e nuci si cafudda.

Allaschiti, allaschiti allaschiti
Uh gnìaschiti, gnìaschiti, gnìaschiti

Gniaschiti ‘no rinocchiu
‘O pigghialu ‘m paracca

Allaschiti, allaschiti allaschiti
Uh gnìaschiti, gnìaschiti, gnìaschiti

Gniaschiti ‘no rinocchiu
‘O pigghialu ‘m paracca

E Pudda appara, Puddu ‘ncugna
Sa‘ncaddozzunu a piricudda
Cala cugna senza mazza
Riri e sciala u zzu Pippinu
Rumaneddu frasca frasca
Chianta ruppa ‘nti la pipa
Gniaschiti ‘no rinocchiu
‘O pigghialu ‘m paracca

Tripulina tripulinazza
Nun ti pigghia e nun t’abbrazza
Tummi tummi tummi
Oh coddu ca nun si rumpi
Smarruggia e ammarruggia
A zza pudda tra marruggi
Tummi tummi tummi
Oh coddu ca nun si rumpi

Sa ‘ncimiddia lu faucigghiuni
quannu nesci do vadduni
Godi e annetta lu vastuni
‘No silenziju do vadduni

Allaschiti, allaschiti allaschiti
Uh gnìaschiti, gnìaschiti, gnìaschiti

Gniaschiti ‘no rinocchiu

E’ una sorta di danza amorosa tra due caproni in amore: il canto descrive con ironia e linguaggio giullaresco la lotta tra i due animali per la conquista del primato amoroso, utilizzando metafore e parole onomatopeiche e giocando spesso sul doppio senso per descrivere l’atto amoroso. Il testo è intraducibile letteralmente poiché utilizza termini siciliani che attingono al gergo pastorale e hanno un senso prettamente figurativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *